POTENTE, STORIA DI UNA GIOVENTU' PREZIOSA

Cenni storici

25 Settembre 1943: L'esercito americano aveva capito che Firenze, pur essendo culla di enormi tesori culturali, era anche un centro di smistamento utile ai Tedeschi e pericoloso per gli "alleati", quindi la città doveva essere colpita e bombardata. 

18 Gennaio 1944: Bombardamenti per danneggiare in qualche modo i tedeschi. Per non devastare opere artistiche importanti gli "alleati" colpirono le zone vicine a Firenze.

3 Marzo 1944: Lo sciopero nelle fabbriche ha un grande successo. 

19 Marzo 1944: Centinaia di lavoratori vengono concentrati nel convento delle Leopoldine in Piazza S. Maria Novella e deportati in vagoni piombati. Il Comitato Toscano di Liberazione Nazionale (CTLN) si riunisce sempre in posti diversi.

22 Marzo 1944: Il tribunale speciale (insediato per punire i renitenti alla leva) decide di fucilare cinque giovani rastrellati a Vicchio, perchè sia d'esempio alle reclute, che vengono costrette ad assistere alla fucilazione.

10 Aprile 1944: Nell’eccidio di Cercina vennero uccise sei persone. Dopo pochi giorni vennero scoperti i cadaveri sul Monte Morello. 

15 Aprile 1944: Viene ucciso Giovanni Gentile, filosofo ed ex ministro del regime fascista. Un gruppo di gappisti di Bruno Fanciullacci esegue la sua condanna a morte.

21 Aprile 1944: in via Santa Maria un gappista uccide il famigerato fascista "Pollastra".

23 Aprile 1944: Lisi, un parente del "Pollastra" ferma Bruno Fanciullacci in Piazza Santo Spirito e lo accusa della morte del congiunto; dopo inutili spiegazioni il Fanciullacci scappa ma viene catturato e arrestato; viene malmenato e maltrattato, riceve sei coltellate nel ventre venendo così ricoverato in ospedale.

1 Maggio 1944: Bombardamento alleato della città.

4 Giugno 1944: Gli alleati occupano Roma.   

6 Giugno 1944: Alleati sbarcano in Normandia    

7 Giugno 1944: I tedeschi arrestano i rappresentanti della commissione radio del Partito d'Azione, "Radio Cora": i reclusi vengono portati a Villa Triste: tutti vengono torturati, percossi e maltrattai con una violenza indescrivibile ma nessuno rivela informazioni utili ai repubblichini che li torturavano.

19 Giugno 1944: Altri agenti della banda Carità arrestano i partigiani Franco Martelli, Vincenzo Vannini, Rocco Caraviello ed Edgardo Savoli usciti da una riunione: vengono portati a Villa Triste dove sono barbaramente torturati e freddamente uccisi qualche giorno dopo nella zona di Cercina.

6 luglio 1944: Le brigate garibaldine "Sinigaglia", "Lanciotto", "Caiani" e "Fanciullacci", si costituiscono nella divisione "Arno": comandante della Divisione è nominato Aligi Barducci - Potente.

8 luglio 1944: Le SS affiggono un manifesto che avvisava dell'ordine di sparare a chiunque non obbedisse ai tedeschi. 

15 Luglio 1944: Fanciullacci viene arrestato in Piazza Santa Croce: viene trasportato a Villa Triste dove viene torturato e ferito affinchè non riesca a scappare. Muore per le ferite il giorno successivo.

17 Luglio 1944: Il camion con i fascisti arriva in Piazza Torquato Tasso; gli abitanti, riconoscoscendoli, temono un rastrellamento e cominciano a scappare; i fascisti senza nessuno scrupolo aprono il fuoco; alla fine si contano morti cinque inermi cittadini, un bambino e 4 adulti, uccisi a tradimento e con molti feriti nella popolazione.

25 luglio 1944: I fascisti partono per il Nord d'Italia, portando con se i dossier suoi reati commessi. Si rifugiano a Firenze migliaia di profughi provenienti dalle campagne. Il CTLN dirama disposizioni perchè i partigiani che si trovano sulle montagne scendano in città.

29 luglio 1944: Su indicazioni di Hitler tutti i ponti vengono minati, tranne il Ponte Vecchio che però rimarrà isolato e irraggiungibile.

31 luglio 1944: I ponti sono minati.  

4 Agosto 1944: Arrivo degli alleati a Porta Romana. I cecchini cominciano a sparare dai tetti colpendo la popolazione a rischio quando fa la fila per l'acqua o esce in cerca di cibo.

7 Agosto 1944: In Piazza Santo Spirito "Potente" viene ferito da un colpo di mortaio. Morirà l’8 agosto. La divisione "Arno" d'ora in poi sarà la divisione "Potente".

10 Agosto 1944: I tedeschi lasciano la linea dei Lungarni per attestarsi lungo i viali di Circonvallazione, il Mugnone e la ferrovia Firenze-Roma. Attraversato il Mugnone i genieri fanno saltare i ponti.

11 Agosto 1944: Il CTLN ordina l'attacco. Alle 6.45 suona la "Martinella" di Palazzo Vecchio, il segnale dell'insurrezione. Alle 7 gli uomini del CTLN scortati dai partigiani arrivano a Palazzo Medici Riccardi e installano il nuovo governo cittadino; si combatte fra le case, nelle strade. I franchi tiratori continuano a sparare. Nella battaglia tutte le forze antifasciste combattono: dai democristiani, ai comunisti, ai socialisti, agli uomini del Partito d'Azione; uniti dalla lotta contro il fascismo.

13 Agosto 1944: I genieri alleati costruiscono ponti Bailey sulle macerie dei ponti distrutti

19/22 Agosto 1944: I Tedeschi bombardano con l'artiglieria il centro storico.

31 agosto 1944: Liberazione dell'ospedale di Careggi

1 settembre 1944: Liberazione di Fiesole

7 Settembre 1944: Cerimonia dello scioglimento delle formazioni partigiane, presieduto dal governatore di Firenze, colonnello Mickie. Si ricorda Aligi Barducci "Potente". I partigiani sfilano per le vie della città fra gli applausi della folla. 

8 Settembre 1944: Sul giornale, i fiorentini leggono della cacciata definitiva dei tedeschi da Monte Morello. Piero Calamandrei riapre l'università. Firenze è finalmente liberata!